Menu

Migranti, popoli in movimento – Passo.

Vedo un fiore e non lo colgo. Rimango a guardarlo. Muto, finché non mi entra nell’anima. E io non sarò più lo stesso. L’Oriente tace. Passo. Recido un fiore. È rosso. È bello e profumato. L’ho diviso dalle sue radici. Si è appassito e lo getto. L’occidente fa rumore e consuma.
Migranti, è la testimonianza di un mondo in cui questi due opposti convivono nella disperazione e nella speranza. Senza riuscire a vederne la fine.

Share

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!